Menu

Incontri con assistenti sociali del minore indagato

Mi chiamo Annalisa, e sono madre di due figli, oggi di 15 anni e 9 anni. Prima della separazione giudiziale i ragazzini erano molto affettuosi e si rapportavano senza problemi con le zie e i nonni materni. Alle maestre, raccontavano di belle giornate trascorse nella fattoria dei nonni materni, assieme alla mamma, poichè vi era un clima festoso e tante iniziative incontri con assistenti sociali del minore indagato li entusiasmavano. Tale assistente non ha mai favorito gli incontri con i miei figli e non ha rivolto la dovuta attenzione al caso. Si è manifestata una grave sofferenza nella ragazzina di allora 12 anni e le puntuali relazioni del Servizio Sociale, richieste dal Giudice dei Minori per far luce sulla situazione reale,sono state sempre parziali, semplicistiche e hanno banalizzato il problema. Ancora oggi, dopo una sentenza della Corte di Appello che, preso atto della scorrettezza del incontri 24 ore su 24 binasco e del grave disagio dei ragazzini, deprivati del contributo materno e affetti da una grave sindrome di alienazione familiare, affida i figlioli alla madre, con divieto al padre di aver temporaneamente contatti telefonici con i ragazzi, il Trib. I ragazzini vengoni mobilitati a casa degli zii paterni. Ora, si dichiara incompetenteora, esprime giudizi che non competono al suo ufficio. Cosa fare per bloccare tale negligenza? I servizi di psicologia del territorio si dichiarano inermi.

Incontri con assistenti sociali del minore indagato Navigazione articoli

Era Luglio quando con sollievo, ed anche con una certa aumentata preoccupazione per i miei figli, si è potuto leggere l esito di questa valutazione. Il progetto deve contenere le modalità di coinvolgimento del minore, del suo nucleo familiare e del suo ambiente di vita; le modalità di partecipazione al progetto degli operatori sociali e, infine, le modalità di attuazione dirette a riparare le conseguenze del reato e a promuovere la conciliazione. In una delle mie classi è iscritto un ragazzo lascito al suo destino dalla famiglia. Le comunità non fanno introiti per nessuno perchè il loro finanziamento arriva dalle nostre tasche, dalle tasse che paghiamo: La radice del problema è il genitore alienante. Sono molto preoccupata, perché le due sorelle urlano e si picchiano di continuo, spesso davanti ai bambini, che finiscono in mezzo anche loro e vengono urlati e picchiati. Lo scontro di competenze e la contraddittorietà burocratica insomma stanno inficiando questa vicenda. I motivi sono molteplici: Se lo ritiene mi scriva in privato! Questo accade a Fonni, capitale economica della Barbagia di Ollolai, dove due episodi, accaduti in successione tra ieri e avanti ieri hanno turbato la tranquillità del paese. Il tempo in questo caso non è affatto galantuomo,contribuisce a distruggere vite.

Incontri con assistenti sociali del minore indagato

Il divieto di incontri sancito dai servizi sociali che si stanno occupando della tutela del minore a quanto pare sarebbe giustificato dal fatto che il papà e il figlio per un certo periodo - a. intervista con aspetti negativi e positivi del lavore degli assistenti sociali. E, se necessario per l’interesse e la salute psicofisica del minore, potrà adoperare alcune cautele, quali ad esempio la presenza di un operatore dei Servizi Sociali durante gli incontri tra il genitore e il figlio minore. - di effettuare l’ audizione del minore con adeguata preparazione tecnica ed emotiva; - di aver rapporti diretti con tutti gli operatori pubblici del settore (Tribunale per i Minorenni, A.S.L., Servizi sociali dei comuni, Provveditorato agli studi, istituti che.

Incontri con assistenti sociali del minore indagato